Grande 68° Rally di Sanremo


Questa vittoria ci ripaga dal grande lavoro e dai sacrifici che il Team, Eric ed io stiamo facendo, sperando di aver ricambiato nel migliore dei modi chi ci permette di essere al via del Campionato Italiano Rally.

Rientriamo dal Sanremo con un notevole bagaglio d’esperienza su un fondo con poco grip sul quale ancora non ero riuscito ad esprimermi al 100% ma soprattutto con un feeling aumentato di prova in prova che ci ha permesso di vincere ancora una volta il monomarca Suzuki.

L’inizio gara è stato molto combattuto con il forte equipaggio Iani-Puliani poi costretto al ritiro dopo una toccata.
La nostra gara è stata resa più complicata dall’allentamento di una fascetta dell’intercooler che ci ha fatto perdere circa 30” sulla P.S. Vignai, subito da noi ripristinata a fine prova.
Sull’utima P.S. Cesio-Carpasio, lunga 20 km, ci siamo presentati con 13’’6 di vantaggio ma con l’intenzione di attaccare ancora per mantenere alta la concentrazione, incrementando alla fine di altri 11’’9 il nostro vantaggio.

Concludiamo il nostro primo Rallye di Sanremo con 25’’5 sui nostri inseguitori Fichera-Mazzocchi secondi al termine della gara e a 1’02.9 sui forti Poggio-Briano.

Un grazie speciale alla Gliese Engineering che ha lavorato con il massimo impegno tutto il weekend mettendoci nelle condizioni di centrare l’obiettivo e a chi continua a sostenerci: Concessionaria Suzuki Autojunior Biella, Scuderia Efferre, Nova Argentia, Officina Peretto, Ristorante Mont Nery, Gabbia 51, Nutriworld e Cassetto S.R.L. per il loro fondamentale supporto durante questa stagione.